19 Feb 19

Come scegliere il vino giusto: una mini guida al gusto e alla salute!

Che vogliate regalarne una bottiglia per ricambiare l’invito a cena, o che dobbiate decidere al ristorante quale abbinare al vostro menù, o più semplicemente che vogliate comprarlo per la vostra cantina o dispensa di casa, ecco che si pone il classico problema: quale vino scegliere? Quale si abbina meglio ai piatti di carne? Quale ai menù di pesce? E alle verdure? Se rispondere a queste domande vi mette ansia, quello che vi occorre è una pratica, quanto breve – perché non diventerete certo sommelier leggendo questo articolo –, guida su come scegliere il vino giusto.

Come riconoscere un buon vino?

Prima ancora di valutarne il carattere, le note, i tannini o i sentori, la prima cosa a cui prestare attenzione è l’etichetta. D’altra parte, al supermercato come nella più raffinata delle enoteche, l’unica cosa che ci è possibile osservare prima dell’acquisto è proprio l’etichetta. Oltre alla targhetta del prezzo, naturalmente! Dunque è vero che un vino di qualità deve essere prima di tutto costoso? È chiaro che al crescere del prezzo crescano le aspettative del consumatore, così come al crescere dei costi di produzione, di selezione e invecchiamento debba di conseguenza crescere il prezzo di vendita del prodotto.

Se non altro l’etichetta contiene in sintesi tutte queste informazioni, che in buona parte giustificano il costo. Marchi di tutela giuridica come il DOC, il DOP (DOCG) e l’IGP garantiscono, per esempio, la provenienza del prodotto e delle uve; così come la dicitura “integralmente prodotto” suggerisce l’idea che l’azienda che imbottiglia il vino è la stessa che ha in precedenza coltivato i vitigni e pigiato l’uva. Un’unica filiera assicura di fatto una migliore qualità del prodotto, così come il marchio BIO garantisce, non soltanto delle buone qualità organolettiche, ma anche più generalmente la salute dei consumatori.

In ogni caso, non è necessario svenarsi per brindare con un vino di qualità o per fare bella figura a tavola: prima dell’acquisto date sempre un’occhiata al nostro volantino!

Qual è il vino migliore?

Vino italiano o francese? Meglio optare per un prodotto siciliano oppure uno veneto? E perché non toscano? Non esiste una risposta giusta o standard a queste domande. Sicuramente la scelta di un vino locale contribuisce ad aiutare l’ambiente – grazie alle minori emissioni di CO2 – e non meno a far crescere l’economia locale e dei piccoli produttori. Tuttavia non dobbiamo per forza limitare le nostre scelte; quantomeno non sempre. Ogni vino ha le proprie peculiari caratteristiche, che vanno soppesate insieme a tanti altri elementi: il menù, l’occasione, la frequenza di acquisto, e – non ultimo – il proprio gusto. Quindi più che il migliore, la questione è come scegliere il vino giusto. E se pensiamo a questo non possiamo certo prescindere da quello che porteremo in tavola.

Quale vino abbinare a tavola?

È vero che il vino rosso va bene con la carne? Ed è vero che il pesce va sempre accompagnato con il vino bianco? In linea di massima, sì. Ma la ragione per cui vale spesso questa regola è che il vino deve esaltare e mai sopraffare il gusto dei cibi. Così se un piatto si caratterizza per dei sapori freschi e delicati è sempre bene accompagnarlo ad un vino novello altrettanto fresco e delicato: in genere bianco o rosé. Diversamente, pietanze dai gusti più forti e decisi permettono accostamenti più marcati.

Da ciò ne consegue che anche il tipo di cottura deve essere valutato prima della scelta di un vino: il crudo e le cotture brevi, così come quelle al vapore, impongono la scelta di vini bianchi, freschi e dal retrogusto acidulo; mentre cotture lunghe e ricche di grassi richiedono rossi vivaci, al caso morbidi al palato. Sui fritti invece nessuna esitazione: optate per le bollicine!

In ogni caso, il consiglio sempre valido è quello di non esagerare con i brindisi e i cin cin. Alla salute!

 

Se vuoi restare aggiornato sulle novità, le ricette e le offerte di Carrefour Sicilia, segui la nostra pagina ufficiale su facebook.

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone